il VIAGGIO DEI BIMBIRILLI CONTINUA

BUON NATALE BIMBIRILLI Bimbirillo Capo ci pensò un attimo e dopo un po’ gli rispose: “E se lo cercassimo dove vive Bimbirillo Afric?”. “Ci stò”, gli rispose con entusiasmo Bimbirillo Indy. Bimbirillo Capo si avvicinò a Bimbirillo Indy e lo prese per mano, tenendo nell’altra il suo legno magico. Gli spiegò che insieme avrebbero dovuto pensare intensamente a Bimbirillo Afric … Continua a leggere

LA PEDAGOGIA DEL CORAGGIO

 Oggi ti voglio parlare di un libro  si chiama “La pegagogia del coraggio ” collegabile al tema di cui si parla nel libro “Aiutami a non avere paura”   Questo libro dall’ inizio mi ha coinvolto emotivamente molto..   Inizia parlando dell’ ospedalizzazione della figlia passata ormai da quattro anni e nel frattempo la malattia del marito… Riaffrontare le paure, … Continua a leggere

UMANITA’

…Questo spazio inizia ad essermi stretto…Ormai il mio corpicino si è formato..sono raggomitolatosu me stesso e quando cambio posizione sento da fuoriuna carezza … …abbiamo gia’ un intesa con la mamma , quando io non riesco a trovare la posizione e mi continuo a muovere mi fa’ sentire unadolce melodia che mi fa’ addormentare…La  sentiro’ anche quando saro’nata? Ma ecco … Continua a leggere

MIA RIFLESSIONE SULL’ EDUCARE…

Educare, amare,stanno diventano parole dimenticateVengono sostituite dal pensiero del dovercorrere perche’ al figlio possa non mancare nulla… Si cerca di mantenere il figlio con tutti gli strumenti tecnologicidell’ ultima ora e si sottovaluta quello che una volta era saper direno!! Una mamma tempo fa’ mi ha risposto “ma è sempre con la baby sittermi sento gia’ in colpa per questo … Continua a leggere

LASCIAR VIVERE IL BAMBINO….

          Oggi siamo troppo presi per  fare uscire anche nell’ intimità quella spontaneità che è classica del bambino e caratterizza quel momento facendolo diventare un attimo solo per te.. Lasciarsi andare oltre all’ affrontare i problemi che la quotidianità ci serve come piatto del giorno è a mio parere importante ti da’ la possibilità di rapportarti. … Continua a leggere

Se l’Italia non riconosce la kafala, i bambini non sono tutti uguali

      di Rassmea Salah   Da quando Cécile Kyenge è diventata ministro dell’Integrazione, non si fa altro che parlare di “Nuovi italiani”, la nuova faccia dell’Italia multietnica e multiculturale, un mosaico di volti nuovi, dalla pelle color ebano, dai veli in testa, o dagli occhi a mandorla. Nella maggior parte dei casi, si parla di figli di immigrati o … Continua a leggere

BAMBINI DIMENTICATI

    di Nadia Francalacci Una tragedia, una famiglia distrutta. Non ci sono altre parole per definire la morte di Luca, il bambino di due anni dimenticato in auto dal padre e soffocato dal caldo. ragedie personali che forse nascondono una problematica sociale, legata ai ritmi vorticosi della società moderna, quella del “sempre connessi”, quella “di corsa”…   http://news.panorama.it/cronaca/Bambino-dimenticato-auto-luca

CI SONO (PARTE PRIMA)

Donna, maternita’, amorequante aspettative, quante speranze… L’ amore affiancato dal pensiero riuscirò a non farti mancare nulla!! Una società  quella che appena avrai modo di conoscerla ti metterà  davanti tanti percorsi saprò esserti vicina lasciandoti libero di crescere… Spero tu nasca sana/o, bella/o,  con gli occhidel papa’, i lineamenti della mamma,non sei ancora nato ma dalla pancia sentiparlare di te… … Continua a leggere