TRATTO DA…ISTRUZIONI DI VOLO PER AQUILE E POLLI DI ANTHONY DE MELLO

Ciao in questa uggiosa giornata stavo rispolverando le pagine di un libro da me’ definito”maestro”…A mio parere è fonte dielementi validi per la ricerca di una serenita’!!

Voglio condividere con te’ due pagine…

 

“ISTRUZIONI DI VOLO PER AQUILE E POLLI DI ANTHONY DE MELLO”

da pag.48 a 52.”LA CATENA NEL PASSATO”

                      

Un altra specie di catena,che vi lega interiormente ,sono le esperienze positive del passato,si,

avete letto bene. E’ cosi’ bellorichiamarle alla memoria e trarne alimento. M a in cio’ si nasconde un pericolo potete cadere vittima di quella malattia che chiamiamo nostalgiacronica. Sapete cosa succedera’? Smetterete di vivere!Abbandonerete il presente.Anzi con ogni probabilita’ distruggerete il presente.

Supponiamoche abbiate vissuto un esperienza fantastica con un amico.Per esempio,insieme

avete ammirato un tramonto,un altra volta siete usciti a mangiare con lui.Prendete la bella esperienza del passato(per es. il tramonto)  rinchiudetela in una gabbia dorata e portatevela appresso,finche’ siete con il vostro amico,aprite poi in in gran segreto la vostra gabbia dorata date un occhiata e dite ;”Non è piu’bello come una volta! “Vi rendete conto di cosa fate? Con un esperienza passata distruggete il presente.Sarete meno liberi,meno vivi, la vostra esperienza vi incatena!Come liberarsene? C’è un metodoche puo’ essere molto doloroso.Dare alla luce una nuova vita puo’ fare male.Ma se siete disposti,pensando ad alcune persone che avete amato nel passato e ora non sono piu’ con voi perche’ si sono allontanate….Parlate con ognuna di queste persone dicendo” Sei stata parte della mia vita,te ne sono grata! Ti amero’ per sempre ! Adesso devo andare,Addio!Se resto legato  a te non non imparero’ ad amare il presente e non imparero’ ad amare le persone con cui sto’ .Addio!

Dovete sapere che tutto cio’ puo’ risultare doloroso……

 

            “ALTRE INVISIBILI CATENE”

   

….L’ angoscia e la pauradel futuro.Ricordate il generale giapponese>? Gesu’ parla del medesimo atteggiamentointeriore con un linguaggio piu’ poetico”guardate gli uccelli del

cielo, guardate i gigli del campo. Non si preoccupano. Per questo non hanno angosce!”

Come è difficile  realizzare cio’! Perfino Gesu’ di fronte alla morte rimase sconcertato.Si senti’ depresso sperimento’ un forte senso di angoscia……….

 

La catena seguente è l’ attaccamento alle cose presenti, il cuore umano è una grande calamita e non c’è bisogno di dirveloperche’ tutti ne avete fatto l’ esperienza.Vogliamo possedere  cose, persone da esse non separarci mai. Diventiamo dipendenti e perdiamo la liberta’.Spessonon lasciamo liberi neppure gli altri…….

TRATTO DA…ISTRUZIONI DI VOLO PER AQUILE E POLLI DI ANTHONY DE MELLOultima modifica: 2009-03-29T19:08:58+02:00da trudy53
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento