DAL BLOG DI STEFANO BOSCA…

27/06/2010

Notti mondiali, costi mondiali….

 

L’altro giorno stavo allegramente curiosando su youtube quando ho visto un video che ha attirato la mia attenzione.

E’ un video del noto critico televisivo Aldo Grasso (chi vuole lo può ancora trovare, è tratto da www.corriere.it), che mette l’accento su un fatto al quale  pochi hanno prestato attenzione.

In questi giorni dominati dall’interesse verso i Mondiali di Calcio e la gigantesca figura di merda fatta dalla nostra Nazionale, la stragrande maggioranza non si è accorta di qualcosa che ha a che fare con i Mondiali, ma non riguarda espressamente il calcio, bensì il malcostume italiano in generale.

Da più parti infatti ci viene detto che bisogna stringere i denti e che bisogna tirare la cinghia poiché siamo in tempi di vacche magre.

Poi uno guarda la Rai e si accorge che per la trasmissione Notti Mondiali la tv pubblica ne ha approfittato per mandare in Sud-Africa una pletora di giornalisti, inviati, ospiti (immaginiamo mica spendendo 2 centesimi!), la maggioranza dei quali avrebbero potuto fare il proprio lavoro anche in Italia, senza dover per forza andare sul posto. Facciamo qualche esempio.

1)Capisco i telecronisti, capisco i teleoperatori, ma Ivan Zazzaroni e Marino Bartoletti perché devono andare fino in Sud-Africa a spese nostre per esprimere la propria opinione (come sottolinea opportunamente Grasso)?

2)L’arbitro Tombolini la moviola non può farla da Saxa Rubra?

3)Il dibattito sulle partite del giorno poteva benissimo essere fatto nel nostro paese, avanzavamo qualche milione….

Invece tutti in Sud-Africa, tanto paga la Rai, cioè noi, dal momento che è un’azienda pubblica.

Poi vanno a vedere se sia giusto o meno quanto guadagna Santoro…..

C’è qualcosa di disgustoso in tutto questo.

Lo stesso disgusto che provammo nel vedere nel 1986 Craxi andare in Cina a spese nostre portandosi insieme un esercito di persone di cui ben poche avevano un ruolo confacente al viaggio (ancora oggi ci chiediamo che cosa fosse andato a fare il sindaco di Venezia dell’epoca in Cina…).

Almeno lì c’era di mezzo un viaggio diplomatico, non i Mondiali di Calcio….

Passano gli anni ma i costumi (o meglio, i malcostumi…) rimangono gli stessi.

Mi si dirà che non è la spesa fatta per Notti Mondiali che affossa l’economia italiana.

Senza dubbio è vero, lo è però altrettanto che di questi tempi certi sprechi sono davvero insopportabili a vedersi….

Trackback

L’URL per fare un trackback su questo post è : http://stefanobosca.myblog.it/trackback/2602918

DAL BLOG DI STEFANO BOSCA…ultima modifica: 2010-06-28T11:20:57+02:00da trudy53
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento