DAL BLOG DI STEFANO BOSCA…

10,100,1000 LEONARDO!!

 

 

In questo calcio malato, pieno di servi sciocchi, pronti a dire (come ha fatto quel grande campione di coerenza di Paolo Liguori, negli anni 70 attivista di Lotta Continua, adesso cortigiano di Berlusconi, ieri sera a Controcampo) che è stata una scena divertente vedere quel buzzurro di Ibrahimovic  offendere e minacciare palesemente Arrigo Sacchi,  reo di avere semplicemente espresso con grande educazione delle critiche legittime al campione svedese (se Ibra si fosse comportato così quando giocava nella Juve o nell’Inter, invece che nella squadra di proprietà del padrone degli studi di Controcampo, dubito che sarebbe stata altrettanto divertente….), meno male che c’è ancora gente come Leonardo.

L’ex tecnico rossonero ha rotto il silenzio e in una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport ha espresso il suo punto di vista e il suo (legittimo) risentimento nei confronti del Presidente Berlusconi, che lo ha trattato come un pupazzo.

L’anno scorso, pur avendo a disposizione uno dei Milan meno competitivi degli ultimi anni, Leonardo è arrivato terzo in campionato ed è stato eliminato in Champions League da una squadra più forte (il Manchester United), mostrando a tratti pure un bel gioco. Meritava una riconferma e  specialmente di potersi misurare con gli avversari avendo a disposizione il Milan che hanno costruito quest’anno ad Allegri, qualitativamente più forte del suo.

Inoltre non bisogna dimenticare che a lui l’anno scorso la società ha raccontato la colossale balla che non poteva spendere soldi sul mercato, gli stessi soldi che come per incanto quest’anno sono stati spesi.

Tutte queste cose, unite alle continue critiche (talvolta sfocianti in offesa) e punzecchiature del padrone del Milan, hanno fatto perdere la pazienza a Leo, che si è lasciato andare ad uno sfogo contro Berlusconi che io considero umanamente ineccepibile.

I soliti servi sciocchi hanno difeso (e non c’erano dubbi su questo) Berlusconi, adducendo che è lui a tirare fuori soldi, quindi può dire tutto quello che gli pare e mortificare chi vuole (inutile spiegargli che non sta scritto da nessuna parte che l’essere il padrone di un’azienda ti da il diritto di trattare un tuo dipendente come una merda). Lo hanno difeso pure anni fa quando offese vergognosamente e a torto il grande Dino Zoff, simbolo del calcio italiano, reo a suo dire di non aver fatto marcare bene Zidane nella finale degli Europei 2000 tra Italia e Francia, quando in quella partita Zizou di palloni ne toccò pochi e fu ininfluente sul risultato e sull’andamento della gara.

Lo hanno difeso quando trattò come un cane la bandiera per antonomasia del Milan, il mitico “Golden Boy” Gianni Rivera, altro simbolo del calcio nostrano, cacciandolo dalla società.

Zoff, Rivera e Leonardo, tutte persone che non ci stanno, per indole e per autorevolezza, a farsi spiegare il calcio da un ex palazzinaro della Brianza e giustamente, come loro non vanno da un palazzinaro ad insegnargli come si costruisce un palazzo, non accettano che costui voglia saperla più lunga di loro sul calcio.

Perciò meno male che c’è ancora qualcuno che di fronte a tanta cafonaggine reagisce, si risente e fa sentire la propria voce.

Perciò 10, 100, 1000 LEONARDO!!

Un’ultima considerazione. Nell’intervista alla Gazzetta Leonardo ha detto testualmente di Berlusconi: “Dentro di lui deve esserci qualcosa che non è a posto”.

Ovviamente tutti a scandalizzarsi e a dire che Leonardo è un maleducato. Peccato che circa un anno fa la stessa cosa l’abbia fatta intendere un’altra persona, una donna che conosce il nostro Premier come pochi altri: la (ormai ex) moglie Veronica Lario, perciò dopo due testimonianze del genere, da italiano comincio a preoccuparmi…..

 

 

DAL BLOG DI STEFANO BOSCA…ultima modifica: 2010-09-20T21:59:39+02:00da trudy53
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento