REGALI…

I veri regali

Parlare di regali prima di Natale è per così dire inevitabile. Quando regalo qualcosa a qualcuno con il desiderio di regalare è sicuramente una delle mie parti più nobili che sta entrando in contatto con l’Altro, una parte che io simbolizzo attraverso l’oggetto donato. Questo aspetto ci fa ben comprendere come la scelta di un dono sia un’operazione delicata, scelta che non necessariamente deve cadere su un oggetto concreto: posso donare parti di me custodite nell’anima. Generosità, amicizia, complicità, solidarietà. Parole belle e altisonanti che non possono essere ricondotte solo ad oggetti o a denaro. Al giovedì vicino al mio studio si svolge il mercato con delle bancarelle di vario genere  ed è molto facile ascoltare discorsi tra acquirenti e venditori o tra acquirenti tra loro. Proprio la scorsa settimana ho udito una conversazione che fa al caso nostro. Una signora parlando con un’altra stava manifestando le sue preferenze circa i regali natalizi: “Preferirei ricevere un aiuto da mio marito, magari una sistematina alla casa quando sono con la schiena bloccata, piuttosto che un gioiello sotto l’albero”. Effettivamente chi non ha difficoltà nello spendere non fa alcuna fatica ad acquistare un oggetto, mentre mettere a disposizione se stessi per l’Altro risulta molto più coinvolgente e faticoso. Lo stesso discorso vale per l’amicizia: cosa serve fare un regalo ad un amico se poi quando è nei guai non gli offriamo nemmeno un’ora del nostro tempo per ascoltarlo? Oppure a cosa serve riempire di regali una persona se poi non riusciamo a mantenere la più minima promessa? Questa riflessione sui regali non è un suggerimento per risparmiare denaro, ma un incoraggiamento a mettere a disposizione degli altri le nostre parti più nobili e ricorrere meno a comodi oggetti di consumo.

Maria Giovanna Farina www.mariagiovannafarina.

REGALI…ultima modifica: 2010-11-23T21:59:44+01:00da trudy53
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento