TRATTO DA GOOGLE NEWS

Cinema e inclusione scolastica: un “vuoto” da colmare

È il “vuoto” riguardante i film che si occupano di inclusione scolastica delle persone con disabilità. Di fronte, infatti, al “mare immenso” di pellicole dedicate alla scuola, o anche a quelle che – più o meno efficacemente – si occupano di disabilità, qui spicca una desolante mancanza di titoli, facendo registrare una lacuna che ci si augura possa essere prima o poi colmata da qualche autore ispirato

La locandina del lungometraggio del 2000 di Fulvio Wetzlprima-la-musica-poi-le-parole-fulvio-wetzl-300x164.jpg

Non si può certo dire che il cinemamainstream (“generalista”) non si sia mai occupato di disabilità. Certo, lo ha fatto spesso con retorica, superficialità, luoghi comuni, ma lo ha fatto. Due titoli per tutti: il recente film francese Quasi amici o, tornando indietro nel tempo, la nota pellicola americana Rain Man.

 

Cinema e inclusione scolastica: un “vuoto” da colmare

TRATTO DA GOOGLE NEWSultima modifica: 2013-03-15T15:00:19+01:00da trudy53
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento