IL VIAGGIO DEI BIMBIRILLI….

Era un Bimbirillo magro magro, ma pieno di una grandissima energia e tenerezza, si capiva dalla speranza che traspariva dai suoi occhi.

“Bimbirillo Brasil è andato via insieme al “Signor Uomo” disse il piccolo Bimbirillo dagli occhi di speranza, “lo ha preso con se prima che il grande sonno lo portasse via, so che lo ha portato in un grande palazzo bianco con tante e tante finestre. Il “Signor Uomo” lo ha chiamato credo “spedale”, poi ha detto che sarebbe tornato anche per me”, concluse il Bimbirillo dagli occhi di speranza rivolgendosi al Bimbirillo Capo.

Bimbirillo Capo capì che il Signor Uomo di cui parlava quel Bimbirillo non era il vero “Signor Uomo”, non quello che cercava lui, ma solo un Signor Uomo che poteva aiutare solo qualche Bimbirillo, così come faceva lui, ma non tutti i Bimbirilli del Mondo.

Bimbirillo Capo capì in quegli istanti che la sua ricerca era giunta al suo termine. Comprese che fosse giunto il momento di cominciare il suo viaggio, quello finale, l’ultimo viaggio, il viaggio del non ritorno.

Sebbene la tristezza lo opprimesse e lo angosciasse, si fermò a riflettere e pensò in quell’istante che probabilmente era riuscito a trovare almeno il nuovo Bimbirillo Capo, quello che avrebbe potuto continuare la sua ricerca insieme con gli altri suoi amici Bimbirilli di viaggio, così gli chiese: “Come ti chiami amico Bimbirillo?”. “Mi chiamo Bimbirillo Hope” rispose lui.

Bimbirillo Capo decise così di spiegargli tutto sulla sua ricerca, sulla sua missione, della fata dagli occhi color turchese e della luce che la circondava.

Gli disse anche che lui sarebbe dovuto partire per il suo viaggio del non ritorno ma che non poteva farlo senza aver trovato un nuovo Bimbirillo Capo da presentare alla Mamma Buona, perché proseguisse la sua ricerca fino al prossimo Natale, quel Bibimbirillo che secondo lui poteva rappresentare qualcosa di più di una semplice speranza.

Bimbirillo Hope comprese subito la gravità della situazione e il nuovo destino già scritto per lui nel caso avesse accettato, ma pensò anche agli altri Bimbirilli del posto e rivolgendosi a Bimbirillo Capo gli chiese: “Io posso prendere il tuo posto per cercare il tuo “Signor Uomo” ma non posso abbandonare questi miei Bimbirilli di qui!”.

Bimbirillo Capo lo guardò e guardò anche i suoi amici Bimbirilli di viaggio e, sentendosi aprire il cuore dall’emozione, perché capì d’aver scelto bene il nuovo Bimbirillo Capo, chiese ai suoi amici e al suo legno magico quella che per lui sarebbe stata la sua ultima magia.(Continua)

 

 

 

IL VIAGGIO DEI BIMBIRILLI….ultima modifica: 2013-12-22T13:29:38+01:00da trudy53
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento