…DA ROBERTO ROSSI “L’ INGANNO”

Dedicato alle donne, perché non cadano nel tranello dell’ultimo invito. Troppi femminicidi con questo inganno.

L’ INGANNO

S’ appresta l’ inganno
nascosto tra le parole,
tendere la trappola
dove l’ istinto primitivo domina,
di possesso l’ annebbiata mente.
E tu, donna, creduto hai
dopo terribili violente tempeste,
fosse tempo di serenità.
Scattò fulmineo l’ inganno, tramato dalla mente folle,
mentre credevi, speravi, sognavi,
arrivasse l’ arcobaleno
per annunciare
la fine della tempesta.
Ambiguo invito ricevesti,
a cui credesti
perché ricca d’ amore tu…
ricco di possesso lui.
Un attimo incomprensibile…
un infinito attimo
e fu buio.
Terrore, dolore,
e il buio…per sempre.
Ancora e ancora,
donna perché donna
l’ elenco s’ allunga nella scia rossa
del tuo innocente sangue
e il Sole tarda a venire
per scaldare
un mondo freddo attorno te.
L’ ultimo incontro…aveva detto,
fu l’ ultimo per te, donna.
E non fu arcobaleno,
non fu il desiderato Sole,
non fu amore,
non fu…niente.
Fu solo inganno,
fu solo…buio per sempre.

Poesia di Roberto Rossi.
Pittore, poeta, scrittore.

…DA ROBERTO ROSSI “L’ INGANNO”ultima modifica: 2014-03-26T22:44:26+01:00da trudy53
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento