…OGGI…

Oggi sto’ sfogliando alcuni ritagli di giornale conservati e come le nonne in poltrona  ad un certo punto mi sono appisolata..Questo caldo mi indebolisce nonostante mille precauzioni…E’ da troppo tempo!!

 

Un articolo che mi sembra

raffigurare il momento e lo condivido con voi!! è una lettera tratta da un vecchio giornale

indirizzata ad un medico “Marco Lombardozzi” si intitola”CAMBIAMO TUTTO PER NON STRESSARCI”

“Dottore non ce la faccio piu’, lo stress mi divora. Il traffico mi opprime. Le notizie dal mondo mi terrorizzano. Sento una profonda angoscia”Cosi’ ha esordito un mio paziente alcuni giorni fa’. E non è il solo. Paura per il futuro e insoddisfazione per il presente accompagnano la vita di molte persone.Un lavoro che diventa sempre piu’ logorante,mezzi di informazione che martellano le menti con immagini e notizie devastanti che schiacciano facendoci sentire impotenti, sono solo alcuni degli elementiche producono stati d’ animo negativi. E non è piu’ sufficiente dire”pensa positivo…oppure”prendila facile”. L’ umano che è in noiè attonitodi fronte a questa frenetica corsa verso il nulla. Aumentano gli attacchi di panico….

 

Felicita’ una parola abusata nelle bocche ecd esiliata dal cuore. Non funzionano piu’ i meccanismisegnalati da Fromm”la felicita’ dell’ uomo moderno è guardare le vetrine e comprare tutto quello che puo’ permettersi, in contanti o a rate”, perche’ molti hanno capito che il denaro puo’ comprare un bell’ orologioma non il tempo. Puo’ comprare il sesso ma non l’ amore. Non funzionano piu’ , ai fini della felicita’gli spettacoli televisivi vuoti di contenuti e privi di valori.

Non funzionano le lusinghe di una vita basata sull’ apparire poiche’ per sentirsi vivi  bisogna essere…..

 

 

La lettera continuava ancora  io mi sono fermata a questo stralcio … Mi faceva ritornare alla mente con l’ allarme rosso la frase del datore di lavoro ” Oggi sul lavoro la coscienza  non esiste piu’ ! Se io devo mandare avanti un azienda non posso guardare alla persona…”

A mio parere la crisi odierna  non è la colpevole di questo  ma  bensi’ questo è la dimostrazione che si va’ perdendo il contatto umano ma prevale un nuovo contatto a ” uso e consumo” dove l’ im

portante prima di ogni altra cosa è produrre…

…OGGI…ultima modifica: 2014-03-30T21:03:20+02:00da trudy53
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento