BIANCANEVE O CENERENTOLA?

pubblicata da Le frasi più belle della Psicologia il giorno giovedì 17 novembre 2011 alle ore 16.35 ·

La persona matura è arrivata al punto in cui è madre e padre di se stessa. L’amore maturo ci fa dire: sono amato perché amo, ho bisogno di tè perché ti amo. Amore è soprattutto dare, dare ciò che si ha di più vivo in sé. La persona che ama da la propria gioia e il proprio interesse, umorismo e tristezza. In questo dono di se stessa arricchisce l’altra persona. Dare significa anche fare dell’altra persona un essere che da. “Quando la luce dell’amore si è accesa in questo cuore, sappi che c’è amore in quel cuore” (Rumi, poeta mistico mussulmano). Se si ama senza suscitare amore (cioè senza produrre amore), se attraverso l’espressione di vita di persona amante non divento una persona amata, allora il mio amore è impotente. Amare implica responsabilità, un atto volontario di risposta al bisogno, espresso o inespresso, di un altro essere umano. Essere responsabile significa essere pronti e capaci di rispondere ai bisogni psichici dell’altra persona. La responsabilità non degenera in
possesso quando nell’amore c’è il rispetto: la capacità di vedere una persona com’è, desiderare che cresca e si sviluppi per quello che è. Non è possibile rispettare una persona senza conoscerla nell’intimo. Amore è penetrazione attiva dell’altra persona, nella quale il mio desiderio di conoscere è placato dall’unione; nell’atto della fusione io la conosco; è la risposta alla mia domanda, nell’altro essere trovo me stesso, scopro me stesso, scopro tutti e due. L’amore è possibile solo se due persone comunicano tra loro dal profondo del loro essere. Solo in quest’esperienza profonda è la realtà umana, solo là è la vita, solo là c’è la base per l’amore. È un errore pensare che l’amore non implichi il conflitto; i veri conflitti fra due persone non sono mai distruttivi perché portano alla chiarificazione dalla quale entrambi i soggetti emergono con maggiore esperienza e forza. L’amore richiede concentrazione; essere capaci di concentrarsi significa essere capaci di stare soli con se stessi, condizione precisa per l’arte d’amare. Concentrarsi nei rapporti col prossimo significa soprattutto essere capaci di ascoltare, vivere pienamente nel presente. L’amore dovrebbe essere un atto di volontà, di decisione di unire la propria vita a quella di un’altra persona. Amare qualcuno è una scelta, una promessa, un impegno.

 

-TIZIANA VISENTINI-

BIANCANEVE O CENERENTOLA?ultima modifica: 2015-02-24T18:50:57+01:00da trudy53
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento