TEOLOGIA DEGLI ANIMALI

Descrizione Per elaborare una “teologia” che non abbia più al proprio centro soltanto l’uomo, ma, assieme a lui, l’animale, e ogni essere vivente, ci voleva un teologo come Paolo De Benedetti. Il cui pensiero si articola non intorno ad assiomi, evidenze, certezze. Ma intorno al “forse”. Al dubbio. Alla logica dei “doppi pensieri”. Solo chi, come lui, ha un senso così forte della precarietà dei giudizi umani e della imperscrutabilità di quelli divini, può arrivare a elaborare una teologia che metta continuamente in discussione se stessa: fino a spostare il centro della propria attenzione dalla creatura umana, che lo ha da sempre altezzosamente occupato, alle creature “minori”, che sempre sono state ai margini. (Gabriella Caramore) j3wZmW0O1QXH-mb

TEOLOGIA DEGLI ANIMALIultima modifica: 2019-11-10T13:02:40+01:00da trudy53
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento